31 Mag '15

artedelriciclo

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger, ghost writer, sceneggiatrice. Collabora con le maggiori riviste femminili per le quali scrive racconti e romanzi e con diverse testate online.

0 Shares

COP21 a dicembre 2015: conferenza sul clima a Parigi

clima e ambiente

clima e ambiente

La città francese ospiterà a dicembre 2015 la COP21 sul clima. Parigi sarà tappa decisiva per quanto riguarda i negoziati sul futuro del pianeta in merito a emissioni di gas a effetto serra e sfida climatica.

Attraverso questi approcci al miglioramento delle condizioni della Terra si potrebbero creare altresì dei posti di lavoro e nuove figure professionali, con nuovi sistemi di produzione e di consumo.

Cos’è la COP21

Caricamento in corso ...

Come dicevo prima è la conferenza sul clima e più precisamente, è la ventunesima, da qui il nome. Si terrà a Parigi dalla fine di novembre all’11 di dicembre. La prima si tenne nel lontano 1995 e da quel momento, anno dopo hanno, ha avuto il compito di portare avanti quei negoziati tra paesi che prevedono il contenimento nonchè la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Sono questi gas responsabili del surriscaldamento globale e dei cambiamenti climatici.

Chi ci sarà

Dovrebbero partecipare alla conferenza tutti i paesi sia industrializzati che non, dall’America all’Unione Europea, già responsabili della maggior emissione in atmosfera, a quei paesi che, avendo incrementato produzione e sviluppo, come ad esempio Cina e India, iniziano ad aumentare le loro emissioni in modo esponenziale.

Tutti i potenti della Terra si riuniranno per cercare un accordo che possa garantirci un futuro e ognuno di noi dovrebbe, nel proprio piccolo, fare qualcosa.

Ricordo uno dei più importanti appuntamenti della conferenza, la COP3, avvenuto a Kyoto nel 1997 che ebbe un riscontro globale di cui si parla ancora, con il famoso protocollo di Kyoto.

Durante questa conferenza ogni paese sarà chiamato a fornire un documento in cui propone le sue idee per ridurre le emissioni di CO2 nell’aria.

Alcuni paesi, come il Giappone, gli Stati Uniti e l’Unione Europea, hanno già promesso riduzioni di emissioni entro il 2025 e 2030.

Si sono dati un target di 10/15 anni per apportare modifiche e trovare soluzioni che abbiano meno effetti negativi sull’ambiente.

E voi? Cosa ne pensate? Saranno in grado di fare qualcosa? Nel vostro piccolo cosa fate? Avete idee? Scrivetele commentando l’articolo oppure scrivete in redazione proposte e suggerimenti.

 

Segui ArtedelRiciclo su Facebook, Google+, Pinterest, Tumblr e Twittere condividi l’articolo con le amiche o gli amici.

 

About artedelriciclo

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger, ghost writer, sceneggiatrice. Collabora con le maggiori riviste femminili per le quali scrive racconti e romanzi e con diverse testate online.

Related Posts

Lascia un commento

loading...