16 Apr '16

artedelriciclo

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger, ghost writer, sceneggiatrice. Collabora con le maggiori riviste femminili per le quali scrive racconti e romanzi e con diverse testate online.

2 Shares

RAEE rifiuti cosa sono e come si smaltiscono

Raee rifiuti

Raee rifiuti

Parlare di RAEE Rifiuti e del loro smaltimento potrebbe diventare complicato se non si sa cosa vuol dire questa sigla. Ecco cosa sono questi rifiuti e come si smaltiscono.

RAEE Rifiuti cosa sono

La parola RAEE è un acronimo e significa Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Un elettrodomestico, per esempio, una volta che non funziona più, o che viene sostituito, può essere scomposto e non solo smaltito, ma anche in parte riutilizzato.

Questo consente di recuperare dei materiali, diminuire l’inquinamento ed evitare che pezzi o sostanze non degradabili vengano immesse, o rimangano nell’ambiente.

Come vengono smaltite queste apparecchiature?

I RAEE possono essere smaltiti in due modi:

  • porti il tuo RAEE nel centro di raccolta più vicino a te che ritira queste apparecchiature (puoi trovare gli indirizzi qui)
  • oppure, se stai acquistando una nuova apparecchiatura, puoi fare ritirare quella vecchia da chi ti ha venduto il nuovo apparecchio. La legge prevede che, se l’apparecchiatura elettrica o elettronica, è acquistata per un nucleo familiare, il ritiro sia gratuito.

Questo significa che se acquisti una nuova lavastoviglie e te le fai consegnare a casa, chi te la porta deve ritirarti la vecchia.

Se invece vuoi sbarazzarti tu di un RAEE devi trovare il centro di raccolta specializzato in quel preciso tipo di rifiuto.

I CdR (Centri di Raccolta) si dividono in cinque tipi:

  1. freddo e clima
  2. Altri grandi Bianchi (dove con bianchi si intende elettrodomestici quali il frigorifero, la lavastoviglie, la lavatrice, l’asciugatrice),
  3. TV e monitor,
  4. apparecchi di illuminazione (senza le sorgenti luminose), IT, Consumer Electronics, PED, Pannelli Fotovoltaici ecc
  5. sorgenti luminose.

Alcuni centri posso ritirare più di un tipo di RAEE. Per essere in regola il CdR deve essere iscritto al portale del Centro di Coordinamento RAEE.

Nel portale di cui sopra trovate un video introduttivo e tantissime informazioni anche sui soggetti che fanno parte di questa “filiera”, come ad esempio gli installatori (che vengono ad installare il nuovo), i trasportatori (che ve lo consegnano solamente), i distributori.

Proprio qualche giorno fa è stato firmato un nuovo accordo, lo puoi trovare qui.

Può sembrare incredibile, ma nonostante ci siano tutte queste possibilità di disfarsi in modo corretto dei RAEE, ci sono persone che li abbandonano nei pressi di boschetti, in stradine isolate di campagna, ai lati di carreggiate appena fuori dai centri abitati.

Ti è stato utile l’articolo sui RAEE Rifiuti? Lascia un commento o condividilo.

Segui ArtedelRiciclo su Facebook, Google+, Pinterest, Tumblr e Twitter.

 

About artedelriciclo

Marina Galatioto, scrittrice, giornalista, blogger, ghost writer, sceneggiatrice. Collabora con le maggiori riviste femminili per le quali scrive racconti e romanzi e con diverse testate online.

Related Posts

Lascia un commento

loading...